Carmen - Teatro Carlo Felice Streaming

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

INFO EVENTI > 2014 > Opere



Sabato 31 Maggio 2014 ore 20.30
inizio diretta ore 20.00
Saturday, May 31, 2014 - h 6:00 PM (in GMT)




Carmen
Opera lirica in quattro atti di Georges Bizet
su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy
ispirato alla novella omonima di Prosper Mérimée

Direttore
Andrea Battistoni
Regia scene e luci
Davide Livermore
Costumi
Gianluca Falaschi
Scenografo Assistente
Enrico Musenich
Movimenti Mimici
Giovanni Di Cicco
Assistente alla regia
Davide Battistelli

Assistente alle scene
Nathalie Deana
Assistente ai costumi
Gian Maria Sposito

Orchestra Teatro Carlo Felice
Coro Teatro Carlo Felice
Coro di Voci Bianche Teatro Carlo Felice

cast del 31 Maggio

Carmen
Annunziata Vestri
Micaela
Silvia Dalla Benetta
Frasquita
Francesca Tassinari
Mercédès
Margherita Rotondi
Don Josè
Fabio Armiliato
Escamillo
Valdis Jansons
Le Dancaïre
Roberto Maietta
Le Remendado
Manuel Pierattelli
Zuniga
Davide Mura
Moralés
Claudio Ottino

La Carmen di Bizet è, come Rigoletto e Il Barbiere di Siviglia, il caso incredibile di un capolavoro non riconosciuto subito come tale e totalmente frainteso dai suoi primi ascoltatori. Il pubblico dell’Opéra-Comique di Parigi, il giorno del prima assoluta dell’opera, il 3 marzo del 1875, fu quasi infastidito da questa vicenda passionale, realistica e nel finale persino efferata e violenta. Inoltre, su ispirazione della novella originale di Mérimée da cui la collaudata coppia Halévy-Mehilac aveva tratto il libretto, lo spettacolo portava su un palcoscenico lirico, per la prima volta, zingari, ladri, sigaraie, toreri, contrabbandieri: un universo sociale emarginato e perlopiù di malaffare che ebbe un impatto scioccante sul pubblico dell’epoca. Uno “scandalo”, insomma, che riempì la sala per 45 repliche consecutive solo perché l’avversione generale si mescolava, come accade sempre in questi casi, a una irresistibile curiosità. Ma di lì a pochi mesi, compositori senza peli sulla lingua come Brahms e Wagner e filosofi severi come Nietzsche si schierarono dalla parte del compositore, Georges Bizet, morto appena trentasettenne quattro mesi dopo il fiasco parigino. E tutti si accorsero, pur se in ritardo, che Carmen svecchiava come poche altre la concezione tradizionale dell’opera lirica e che la musica di Bizet era riuscita a calarsi anima e corpo non solo nell’ambientazione spagnola della vicenda, ma soprattutto nella vitalità e nella sensualità dei fatti raccontati. Una musica ricercata, uscita dalla penna di un giovane maestro della melodia, dell’armonia e della strumentazione, ma al tempo stresso senza freni e senza inibizioni come mai prima. E oggi non solo Carmen è considerata unanimemente come un capolavoro, ma è uno di quei titoli che, come Traviata o Don Giovanni, rappresentato quasi il sinonimo stesso del teatro musicale. Al Carlo Felice Carmen va in scena con la regia di Davide Livermore, considerato uno dei registi più talentuosi della sua generazione, fornito di una profonda preparazione non solo teatrale, ma anche musicale, e da sempre aperto all’innovazione e alla sperimentazione.

 
 
 

(c) 2004 Fondazione Teatro Carlo Felice - P.IVA 00279200109 -
Genova - Passo Eugenio Montale 4 - Tel 0105381.1


 
Torna ai contenuti | Torna al menu